Orchestra, no allo sciopero Vedova «allegra» alla Scala

Salva «La vedova allegra» tenuta sotto scacco dall’orchestra e salvo anche il concerto della Filarmonica diretto da Daniel Barenboim, che i macchinisti avevano velatamente minacciato di far saltare per rappresaglia. Gli orchestrali del Fials in sciopero hanno siglato una prima tregua con la direzione della Scala, sospendendo gli scioperi e ritirando così le proteste sulle prime tre recite dell’operetta.
Sono ripartite le trattative, a un tavolo a cui hanno partecipato anche Cgil, Cisl e Uil. E adesso la situazione sembra più tranquilla anche in vista della prima del 7 dicembre, il Don Carlo di Verdi su cui si era allungato il fantasma dello sciopero.
Il sindacato autonomo Fials ha revocato lo sciopero (che aveva convocato perché contrario al contratto integrativo accettato dai sindacati confederali) dopo una riunione degli iscritti e dopo che il referendum sul contratto firmato dai confederali - e da loro contestato - aveva ottenuto la stragrande maggioranza di voti favorevoli da parte dell’assemblea dei lavoratori del teatro.
La Scala si è ritrovata praticamente spaccata in due (...)