Ordigni incendiari nel campus dove parlerà Sarkozy

Parigi. Tre ordigni incendiari sono stati scoperti in un campus vicino a Parigi dove si recherà la settimana prossima il presidente francese Nicolas Sarkozy, assieme ad alcune personalità internazionali. Lo hanno reso noto fonti giudiziarie e della polizia, aggiungendo che la sezione antiterrorismo della Procura di Parigi è stata incaricata di condurre un’inchiesta in merito.
Uno degli ordigni era nascosto in uno degli edifici del campus, la scuola di Alti studi commerciali (Hec), che forma i futuri dirigenti d’azienda, e dove si svolgerà dal 29 al 31 agosto uno stage del Medef, la Confindustria francese.
Oltre a Sarkozy, sono attesi per l’occasione diversi ministri e personalità internazionali, tra cui l’Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza dell’Unione Europea Javier Solana, il commissario europeo al Commercio Peter Mandelson e il presidente della Commissione dell’Unione africana Alpha Oumar Konaré.
Uno degli ordigni, a quanto sembra munito di un dispositivo di innesco a orologeria, si trovava davanti all’ufficio che avrebbe occupato la presidente del Medef, Laurence Parisot.
Gli ordigni sono stati scoperti dal personale addetto alle pulizie.
Ieri mattina l’Eliseo ha annunciato che Sarkozy parteciperà giovedì prossimo al convegno del Medef, per pronunciare - ha precisato il portavoce David Martinon - «un grande discorso sulla politica economica, che segnerà l’ingresso nella seconda fase delle riforme economiche».