Ordigno bellico al parco, chiusa la Triennale

Lo disinnescheranno e lo rimuoveranno tra una settimana. Stiamo parlando di un ordigno di mille libbre composto da tritolo impoverito e risalente alla Seconda guerra mondiale; una bomba spaccata, di cui non si trova ancora il detonatore, il pezzo più pericoloso. È stata trovato ieri pomeriggio durante gli scavi di un cantiere nel Parco Sempione, tra l’edificio della Triennale e quello della discoteca «Old Fashion». Dopo il primo sopralluogo fatto ieri dagli artificieri della polizia, stamattina arriveranno gli uomini del genio guastatori di Cremona che, con la Protezione civile, decideranno il da farsi. «Solo a quel punto verranno prese delle decisioni» spiegano in Prefettura dove si pianificano le operazioni. Probabili evacuazioni nelle case vicine.Per motivi precauzionali in un primo tempo ieri è stato chiuso tutto il parco, compreso il ristorante «Just Cavalli» e il Teatro dell’Arte. In seguito, e per il momento, è stata è stata isolata solo l’area fino a 500 metri dal cantiere. Così adesso è vietato l’accesso all’«Old Fashion» e alla Triennale che, in questi giorni, ospita la mostra «New Italian Design». «Questo è il quarto ordigno in 10 anni che viene rimosso a Milano» ha detto, giunto sul posto, il vicesindaco con delega alla Sicurezza Riccardo De Corato.