Con le ore «impazzite» si può ingannare il tempo

Il 6 e 7 novembre scorsi, a Montecarlo, Franck Muller ha riunito l'universo mediatico ed i suoi migliori clienti per presentare le ultime novità e, in particolare, consegnare al primo acquirente lo straordinario complicato Aeternitas Mega 4: 36 complicazioni (funzionali e tecniche, tra cui Grande e Piccola Suoneria, Ripetizione Minuti, Calendario Perpetuo Secolare, Fasi di Luna,Tourbillon, Cronografo Sdoppiante, Equazione del Tempo, Triplo Fuso Orario), 1.483 componenti e 99 rubini. Un prezzo stellare per un modello ai limiti delle possibilità consentite dal volume di un orologio da polso.
Altre novità, però, hanno visto la luce proprio negli scintillanti saloni dell’albergo dive ha avuto luogo,l'evento, tra cui i modelli Liberty e Freedom, rispettivamente, solotempo e cronografo, dotati di movimenti meccanici di manifattura, interamente progettati e realizzati presso la Maison Franck Muller, e il cronografo Conquistador Grand Prix, dedicato al Gran Premio di Formula 1 di Singapore. Orologio di notevole aggressività e contenuto tecnologico, sviluppato sulla cassa Cintrée Curvex, prevede una variante in Ergal anodizzato e titanio a garanzia di un'incredibile leggerezza unita a un’ottima resistenza.
In ogni caso, ancora protagoniste sono state alcune nuove versioni di uno dei best-seller della Casa, il Crazy Hours, orologio capace di rivoluzionare la naturale scansione sequenziale delle ore a favore di un ordine casuale d'indiscutibile impatto, e con la lancetta che salta per posizionarsi correttamente; ciò è consentito da un modulo brevettato, applicato su un meccanismo automatico. Quello illustrato è il modello in oro brunito con quadrante nero mat, lancette a losanga luminescenti, cifre arabe scheletrate (visibili anche in trasparenza, come ulteriore decoro) e cinturino bianco in alligatore.