«Orgoglio per la città che cambia»

A Rho-Pero il sistema fieristico più grande d’Europa. In città, il polo urbano «abbatterà» i recinti aprendosi alla città con un avveniristico progetto fatto di grattacieli, servizi e un parco grande quasi come i giardini di Porta Venezia. «All’inizio del mio mandato - racconta il sindaco Gabriele Albertini - l’amministratore delegato dell’Eni Bernabè mi disse che era praticamente impossibile trasferire la fiera a Rho-Pero per i costi alti della bonifica, stimati in 1.800 miliardi di vecchie lire. Ora invece esiste un nuovo polo esterno costruito in tempo record, già operativo e collegato alla città con una linea metropolitana che tra pochi giorni, in occasione della Fiera del ciclo, vedrà l’apertura anche del secondo tunnel, così da trasportare 40mila passeggeri al giorno». Imprese che per il sindaco Albertini sono «motivo di orgoglio», e non nasconde che con i due progetti «l’ammistrazione ha scritto una delle pagine più significative della storia della città».
Il nuovo Sistema Fiera, ci tiene a sottolineare il sindaco, «è frutto della collaborazione delle istituzioni, della capacità di utilizzare i capitali privati e valorizzare quelli pubblici. Il metodo con cui è stato realizzato è garanzia di efficienza e di successi per il futuro: già si parla di 2 milioni e mezzo di visitatori in più e di 40mila nuovi addetti generati dall’indotto e dalla gestione del polo esterno».