Orgoglio Mastella: sono io il bomber della politica

«Il Napoli senza Quagliarella? Sarà come la politica senza Mastella, un po’ più triste...». Con questo sorprendente parallelo politico-calcistico Clemente Mastella, ex guardasigilli dell’ultimo governo Prodi e supertifoso del Napoli (era consigliere di amministrazione del Calcio Napoli ai tempi di Maradona, sotto la presidenza Ferlaino), ha commentato mestamente ieri l’addio all’undici campano del bomber, destinato a giocare quest’anno nella Juventus. Forse qualcuno dovrà farsi avanti e spiegare al leader dei «Popolari per il Sud» che, nonostante tutto, anche il suo ruolo attuale di europarlamentare per il Pdl rientra nell’area degli incarichi politici. Evidentemente, nella logica mastelliana, così come il Napoli senza Maradona non è più stato lo stesso, anche la politica, lontana dai palazzi di Roma, non è la stessa cosa.