«Orgoglioso del mio gioco E senza i tanti infortuni...»

Lorenzo Amuso

da Londra

«Sono orgoglioso di come ho giocato. Roddick ha un servizio cui è quasi impossibile rispondere, ma sono riuscito a fargli un break, e al quinto set ci sono andato ancora vicino». Soddisfatto per la prestazione nonostante la sconfitta, Daniele Bracciali è la sorpresa italiana del 119° torneo di Wimbledon.
«L’interruzione per pioggia? Sono più arrabbiato per la sospensione di giovedì sera. Roddick se n’è andato ancor prima che l’arbitro sospendesse il match». Sulla partita: «Ho iniziato contratto. Dal terzo set, però, ho giocato benissimo. Quando Andy ha cominciato ad attaccare nel quinto set non mi sono sorpreso, qualcosa doveva cambiare perché nel quarto non riusciva a mettermi sotto pressione». Con Roddick, il toscano ha un curioso precedente: «In doppio a Roma gli avevo tirato una palla addosso e lui mi aveva minacciato, scherzando, “te ne devo una”».
Grande risultato, che può dare nuovi stimoli: «Se perdo al quinto contro il n° 4 al mondo significa che ho fatto qualcosa di buono. Devo migliorare la classifica ma non sono distante dai primi cento.Ho dei rimpianti sul passato, ma ho avuto problemi fisici che mi hanno limitato. E poi oggi i giovani vengono seguiti molto meglio. Se anche io, da ragazzino, avessi avuto qualcuno che mi metteva sulla retta via, forse... ».

Annunci

Altri articoli