Oriali: “"Adriano? Gennaio è un mese lungo…"

L’Inter, per bocca del suo consulente di mercato, dà l’ultimo avviso al brasiliano: “&quot;Non è detto che se ne vada, anzi l’intenzione sarebbedi tenerlo. Però dipende da lui. Milito? Grandissimo. Ma per ora stiamo bene così&quot;<br />

Milano - Insomma: non basta la supermulta, è arrivata anche l’ora dell’ultimo avvertimento. Dopo averlo abbondantemente coperto anche in occasione dell’ennesimo ritardo postnatalizio, ora l’Inter passa alle maniere forti per bocca del consulente di mercato Gabriele Oriali che a Sky ha disegnato il futuro dell’Imperatore (o di quello che ne rimane). “Non è detto che se ne vada – ha detto Oriali -. L’intenzione da parte di tutti è quella ditenerselo, ma dipende solo ed esclusivamente da lui. Adriano sa quello che deve fare e come si deve comportare. Il mese di gennaio, oltre ad essere freddo, è anche molto lungo…”.

L’Inter in pratica ha già pronte le alternative, con o senza il brasiliano. Qualora rimanesse con Mourinho Adriano potrebbe rappresentare l’arma in più per il 2009: «Se riesce a ritornare a fare quello che faceva i primi anni, non sarebbe male. Darebbe un grosso contributo alla nostra causa dal momento che abbiamo obiettivi molto importanti, e non solo uno ma molti. Adriano non deve fare altro che quello che già faceva prima». Però siccome la cosa negli ultimi tempi non gli è riuscita benissimo, ecco che “L’intenzione della società e del tecnico è quella di continuare con il gruppo che abbiamo e del quale siamo molto contenti, però è chiaro che, se qualcuno chiede di avere la possibilità di andare a giocare in questi sei mesi, si cercherà di dargli una mano.

Resta da chiarire il nodo Vieira: il francese è alle prese con continui infortuni e potrebbe essere sostituito e secondo Oriali “una società ha sempre il dovere di documentarsi, di seguire, di scandagliare, di andare a vedere giocatori per essere pronta ad intervenire dove ce ne fosse il bisogno - ha dichiarato Oriali - Ma questo non solo ed esclusivamente per un discorso su Vieira, per essere pronti sempre quando sarà il momento e non ora a gennaio. Poi è chiaro che due o tre ritocchi vanno fatti, come sempre, al termine della stagione, è fisiologico. Nello specifico, ci auguriamo che Vieira possa risolvere entro breve i problemi fisici che ha avuto. È un giocatore talmente importante che potrebbe fare la differenza soprattutto a livello internazionale». E poi ecco Milito: “L’argentino è ungrandissimo giocatore che noi abbiamo trattato qualche anno faprima che andasse al Saragozza. Ma al momento siamo contenti di quelli che abbiamo e quasi sicuramente non interverremo sul mercato di gennaio». Quasi, però. Come dire: Adriano avvisato…