Le origini dei nostri amici cani? Sarebbero in Cina

Il passaggio tra il cane e il lupo è avvenuto vicino al fiume Yangtze, migliaia di anni fa.

Migliaia di anni fa il cane non era un cane, bensì un lupo. Creatura selvaggia che entrò lentamente a far parte della vita dell'uomo, fino a trasformarsi nell'animale domestico che oggi popola milioni di case italiane. Ma dove avvenne questo importante passaggio da lupo indomabile a mansueto e affettuoso quattrozampe? I ricercatori svedesi del Kth Royal Institute of Technology assicurano di aver trovato la prova definitiva che il «patto» fra uomo e cane avvenne per la prima volta nel Sud-Est asiatico e non, come sostengono precedenti indagini scientifiche, in Medio Oriente. I dati sulla genetica, la morfologia e il comportamento mostrano chiaramente che i cani discendono dai lupi, ma non c'è mai stato consenso scientifico sulla parte del mondo in cui il processo di addomesticamento è iniziato.
Scrivendo sulla rivista «Heredity», Peter Savolainen, studioso di genetica evolutiva, assicura che il lavoro di analisi condotto dal suo team è la conferma che il primo e probabilmente unico luogo in cui i lupi sono stati addomesticati dall'uomo è la regione a sud del fiume Yangtze. «La nostra analisi cromosomica - dice Savolainen - conferma che i lupi sono stati addomesticati in Asia, a sud del fiume Yangtze, che corrisponde all'odierno sud della Cina o in maniera più ampia al Sud-Est asiatico».
Lo studioso ne è convinto nonostante dati archeologici e uno studio genetico siano stati pubblicati recentemente su «Nature», suggerendo che i cani provengono dal Medio Oriente. Savolainen rifiuta questa visione «perché nessuna di queste ricerche ha incluso campioni provenienti dalla regione a sud dello Yangtze». Gli scienziati svedesi hanno invece lavorato in collaborazione con colleghi cinesi per analizzare il Dna di cani maschi in tutto il mondo. Circa metà del patrimonio genetico è risultata comune negli animali di tutto il Pianeta, mentre solo i campioni provenienti dalla zona del fiume del Sud-Est asiatico possedevano l'intera gamma di geni canini. «Questo - assicurano gli autori - mostra che il corredo genetico in tutte le altre regioni del mondo molto probabilmente proviene dalla zona del fiume Yangtze».