Ormeggio gratuito a Rapallo per le barche sotto i 12 metri

L’iniziativa a partire dal mese di settembre e già Lerici pensa di fare altrettanto

Se la Sardegna tartassa (e allontana) le barche, Rapallo ora si fa in quattro per attirare nel suo porticciolo proprio chi la barca, anche piccola, ce l’ha. La novità (l’iniziativa decollerà all’inizio del prossimo mese di settembre) sorride a tutte le imbarcazioni al di sotto dei dodici metri di lunghezza che potranno ormeggiare del tutto gratuitamente e per la durata massima di 48 ore all’interno del porticcciolo tigullino. Una bella notizia davvero, che rema controcorrente rispetto a quei porti turistici italiani dove invece i costi di permanenza sono aumetati a dismisura.
E l’assessore ai lavori pubblici di Rapallo Mario Fracchia spiega il senso dell’iniziativa, attivata in collaborazione e con l’impulso del nuovo presidente del Consorzio del grifo Roberto Orsi: «Lo scopo è duplice - dice Fracchia - Da un lato, infatti, così si rende un servizio al turismo da diporto nautico, che in Liguria è sempre alla ricerca di nuovi spazi attrezzati per l’ormeggio, dall’altro si viene a creare un ulteriore selemnto di attrazione per la città».
Così ecco l’installazione di sei gavitelli nello specchio acqueo compreso tra il limite orientale dei Bagni Porcticciolo e i bagni Tigullio, una delle parti più suggestive dell’insenatura portuale. Le barche potranno ormeggiarsi per brevi periodi, potranno sbarcare i passeggeri utilizzando i propri tender, godendo contemporaneamente di ospitalità gratita e sicura.
Naturalmente - precisano in porto - esisterà un disciplinare da rispettare, per assicurare l’uso corretto di un approdo, oltre che gratuito, particolarmente suggestivo e accogliente. I «corpi morti», cioè gli appesantimenti utilizzati per l’ancoraggio delle boe, potranno essere suscettibili anche di altri utilizzi, favorendo, per esempio, tiri e ormeggi alle chiatte durante le manifestazioni delle festività patronali del mese di luglio.
E quello di Rapallo rischia di non essere un episodio isolato. Anche nell’estremo levante della riviera un’analoga iniziativa è allo studio a Lerici. Si attende di vedere se i risultasti premieranno l’iniziativa di Rapallo oppure no. C’è da dire che per una barca sotto i dodici metri un ormeggio nel porto della cittadina ligure costava dai 100 ai 120 euro al giorno.