Oro ancorato ai massimi dei 28 anni

Oro e petrolio sugli scudi. Il metallo giallo ha segnato il fixing a 749,50, ancorato ai massimi dei 28 anni. La spinta arriva dalle aspettative ribassiste sulla valuta Usa. Uno scenario molto realistico. Sul mercato dei cambi yen e franchi svizzeri vengono investiti in euro, schiacciando così il biglietto verde. Il petrolio Wti ha raggiunto il nuovo picco a quota 84 dollari. Un rialzo favorito da tensioni geopolitiche e costante contrazione delle scorte. Nell’area Ocse, le giacenze greggio coprono 53 giorni di consumi giornalieri, ma la domanda resta robusta.