Oro, argento e pietre preziose: una giornata da "gazza ladra"

Un centinaio di vetrine espositive accoglieranno, nel palazzo della
Ragione di Padova, più di 500 gioielli-scultura creati dagli anni Cinquanta a oggi. In mostra i lavori più pregiati della "scuola orafa"

Padova - Oro, argento, rame e pietre preziose: una giornata da "gazza ladra". Un centinaio di vetrine espositive accoglieranno, nel palazzo della Ragione di Padova, più di 500 gioielli-scultura creati dagli anni Cinquanta del Novecento a oggi.

Padova, fucina creativa di gioielli Al giorno d'oggi Padova è la città più importante in Italia per la creazione di gioielli. Orafi artisti come Giampaolo Babetto, Francesco Pavan, Diego Piazza, e Graziano Visintin hanno avuto, come altri, la loro formazione all’istituto Pietro Selvatico, dove ora insegnano un modo unico e assai particolare di creare gioielli. Un centinaio di vetrine espositive accoglieranno, nel palazzo della Ragione di Padova, più di 500 gioielli-scultura creati dagli anni Cinquanta del Novecento a oggi.

La scuola orafa La collezione al palazzo della Ragione arriva dopo una lunga serie di mostre e studi di approfondimento. Un vero e proprio percorso che ha permesso di ricostruire l'antica arte della creazione di gioielli attraverso i lavori dei tre maestri padovani, Mario Pinton, Francesco Pavan e Giampaolo Babetto, e i loro allievi. Per "scuola orafa padovana" si intende il contributo dato dalla gioielleria contemporanea data da orafi-artisti formatisi a Padova sulla scia dell’insegnamento di Mario Pinton. Anche se ogni artista conserva la propria creatività e unicità nel creare le opere hanno elementi comuni, linguaggi basati sulla purezza della forma, un utilizzo consapevole della materia e un equilibrio geometrico delle proporzioni: è proprio questo che si può chiamare "Padua’s gold school". È ammirata in tutto il mondo come la "scuola orafa di Padova" o "Padua’s gold school" e finalmente questa mostra si dona al pubblico in tutto il suo splendore.

Le opere esposte Ogni opera esposta è un piccolo capolavoro d’ingegno e creatività che non si può assolutamente paragonare al gioiello industriale o seriale perché le creazioni di questi esperti sono pezzi unici destinati all’esibizione. Sono già patrimonio di musei in tutto il mondo, ed al collezionismo. Per essere più preparati durante questo percorso si potrà usare il catalogo che documenterà il cammino artistico di questi maestri e spiegherà questo fenomeno nell’ambito italiano ed europeo.

informazioni: 049-2010.067
sito: http://padovacultura.padovanet.it