Oro e greggio continuano a correre

Una settimana dominata dai rialzi di oro e petrolio. Il metallo giallo ha segnato il fixing a 716,35 dollari l’oncia. Si tratta del massimo dei 16 mesi. La spinta è giunta dal calo del biglietto verde e dalle turbolenze finanziarie alimentate dalla crisi dei mutui. Non soffrono solo gli operatori finanziari Usa del settore, ma ora anche quelli britannici. Il petrolio ha raggiunto nuovi picchi storici sopra 80 dollari al barile. Il mercato ritiene che il recente aumento della produzione petrolifera dell’Opec sia ancora insufficiente a coprire la domanda.