Oro e petrolio in flessione

La rimonta del biglietto verde ha incoraggiato le vendite. Il metallo giallo è scivolato a 614 dollari l'oncia al fixing di ieri. La morte del terrorista Al Zarqawi ha invece ispirato i realizzi sul greggio, con il Wti scivolato sotto quota 70 dollari al barile. In altalena il rame che alla fine ha chiuso in flessione sotto quota 7.500 dollari per tonnellata. Si teme che, prima o poi, i continui aumenti dei tassi di interesse frenino la domanda mondiale.