Oro e petrolio al galoppo

Seduta al galoppo per l'oro nel primo giorno di contrattazioni del 2006. Il metallo giallo ha segnato il fixing a 530 dollari l'oncia, riagganciando così l'area di massimo degli ultimi 25 anni. Le frizioni tra Russia e Ucraina hanno dato una spinta decisiva al petrolio e il future del Wti è tornato a 63 dollari al barile. Completamente diverso il copione dei metalli di base dove il rame ha sofferto l'aumento delle scorte chiudendo in ribasso verso l'area dei 4.300 dollari per tonnellata.