Oro inchiodato a 580 dollari

I segnali di frenata del ciclo economico continuano a penalizzare rame e petrolio. Ieri i prezzi a tre mesi del metallo rosso sono scivolati a 7.200 dollari per tonnellata, si tratta del minimo degli ultimi 2 mesi. Stessa musica per il greggio sceso ai minimi semestrali con il future del Wti poco sopra quota 60 dollari al barile. Resistente l’oro che al fixing pomeridiano di Londra è rimasto inchiodato a 580 dollari l’oncia in attesa delle decisioni della Federal Riserve.