Oro individuale e a squadre per l’Italia agli Europei di monta da lavoro

Un successo pieno per gli azzurri al Campionato d'Europa a Montpellier, in Francia.
Il presidente Fitetrec-Ante Spinelli: «L’Italia è punto di riferimento per la monta da lavoro»

Le vittorie azzurre - Successo pieno per gli azzurri al Campionato d'Europa di monta da lavoro che si è appena concluso a Montpellier, in Francia. Assente la Spagna bloccata da problemi organizzativi, il confronto è stato un vero faccia a faccia tra Francia e Italia con 12 squadre in campo, una delle quali con cavalli e bardatura portoghesi. Gli Azzurri erano presenti con due formazioni.

Il podio tutto italiano è stato guidato da Daniele Leri, in sella a Dollaro, seguito da Enrico Biancarini su Neurone e da Eros Capocchia su Maometto nel completo individuale, che ha portato anche alla vittoria di squadra. Terzo il secondo team italiano. La junior Chiara Grillini con Cutter Honey Taris seconda nel completo individuale di categoria. E questo solo per quanto riguarda il completo, perché i risultati eccellenti sono giunti anche dalle classifiche per specialità.

La soddisfazione dello chef d’équipe - Una grande soddisfazione per l’esito del campionato, ma anche per lo svolgimento tecnico delle prove e per l’ottimo spirito che ha guidato la squadra italiana traspare dalle parole di Gino Ceccarelli, chef d’équipe durante la trasferta transalpina.

«Quando si indossa la divisa azzurra – spiega Ceccarelli – si rappresenta l’Italia e la federazione nazionale, mettendo da parte i campanilismi e mettendosi in gioco per raggiungere obiettivi condivisi. Questo è ciò che amazzoni e cavalieri hanno dato dimostrazione di saper fare benissimo, come dimostrano l’oro e il bronzo di squadra nel completo. Abbiamo portato a questa prova continentale due squadre differenti tra loro in base alle abilità di ciascun binomio, una più competitiva sulla velocità composta da Daniele Leri, Enrico Biancarini, Eros Capocchia e Luca Ficai, con Los Angeles, che ha conquistato la medaglia d’oro nel completo, l’altra più forte sugli aspetti tecnici, infine bronzo, grazie a Chiara Grillini, Lucia Nerozzi e Riccardo Ziarelli. Leri, Biancarini e Capocchia hanno occupato anche i primi tre posti della classifica individuale. Ottimi, poi, l’argento della junior Grillini nel completo individuale di categoria, i primi due posti delle nostre amazzoni nell’addestramento senior e la piazza d’onore di Eros Capocchia della velocità cronometrata. Questa Italia ha lasciato ben poco agli avversari».

Le dichiarazioni del Presidente Fitetrec-Ante - «Al di là dei risultati tecnici – spiega il presidente della Federazione italiana turismo equestre e trec Ante Alberto Spinelli – è importante sottolineare lo spessore qualitativo della prova degli atleti della monta da lavoro e l’impegno dei tecnici. È storia dei più recenti campionati d’Europa come l’Italia, a prescindere dalla federazione rappresentata, abbia raggiunto i massimi livelli nella disciplina, costituendo il vero punto di riferimento internazionale. Ma proprio valutando le partecipazioni ai massimi confronti continentali corre l’obbligo immediato di impegnarsi a fondo affinché i prossimi anni portino a un consolidamento e a un incremento numerico degli appassionati della monta da lavoro.

Quello appena andato in archivio con grandi onori per l’Italia è stato un campionato di elevato profilo tecnico, ancorché in forma ridotta, ma è indispensabile che la crescita qualitativa della disciplina porti con sé anche un incremento nel numero dei partecipanti e delle squadre nazionali rappresentate…».

Eleonora Origgi
Redazione www.ilportaledelcavallo.it