Orso bruno Un trasmettitore lo localizzerà

Un microtrasmettitore verrà applicato sul manto dell'orso bruno che in luglio è giunto dall'Italia nei Grigioni e che alla fine di settembre ha ucciso una ventina di pecore in Engadina. Il dispositivo consentirà di localizzare in ogni momento il giovane animale, che si sposta fra Svizzera, Austria e Italia. Non si può escludere che l'orso attacchi anche l'uomo, ma finora se l'è sempre svignata quando ha notato la presenza umana. In arrivo dal parco nazionale italiano dell'Adamello, l'orso ha vagabondato per mesi. Il 25 luglio era stato avvistato nei Grigioni, ma da fine settembre in Svizzera non c'è più traccia del plantigrado, che entro metà novembre dovrà trovare un luogo adatto per cadere in letargo.