Oscar Rai alla fiction Ed è Cesaroni-mania

La popolare fiction di Canale 5 batte "Don Matteo". Da Alessandro Gassman a Valentina Vezzali a Maurizio Costanzo, anatomia di un programma di successo che piace anche ai Vip

Roma - Per gli Oscar tv, i premi annuali organizzati dalla Rai, la migliore fiction è targata Mediaset: sono infatti "I Cesaroni" di Canale 5 ad aver vinto in quella sezione. I venti candidati ai premi, che saranno assegnati sabato in diretta su Raiuno, sono stati comunicati oggi dal direttore di rete Fabrizio del Noce e dall’ideatore del Premio regia televisiva (questo il nome corretto), Daniele Piombi che sarà sul palco con Milly Carlucci nel gala in onda sabato da Sanremo su Raiuno alle 21.15 di sabato. Oltre al "Tutto Dante" di Roberto benigni, c’è però già un vincitore sicuro: è appunto "I Cesaroni", la fiction di Canale 5 interpretata da Claudio Amendola e Elena Sofia Ricci.

È Cesaroni-mania E la fiction è davvero seguita e piace anche ai Vip. A cominciare da Alessandro Gassman, che entra a far parte del clan de "I Cesaroni", serie di successo in onda ogni venerdì in prima serata su Canale 5. «Quando si parla della vita reale, i Cesaroni sono più avanti della politica. Le fiction, in fondo hanno il compito di farci sognare. Ma "I Cesaroni", seppur leggeri e molto divertenti, hanno qualcosa in più: la commedia all’italiana si sposa con un’immagine sincera della società e chiunque - ha dichiarato l’attore dalle pagine del settimanale Donna Moderna in edicola - può ritrovarsi nei personaggi e nelle loro avventure». D’accordo anche la campionessa di scherma Valentina Vezzali: «Da atleta e mamma, mi colpiscono soprattutto due aspetti di questa serie tv. Il primo è il grande affiatamento tra gli attori, che sembrano recitare divertendosi. Il secondo - spiega - è che è una serie non volgare e non violenta, accessibile a tutta la famiglia».
Per il giudice Simonetta Matone "I Cesaroni" «trasmettono l’atmosfera amichevole che rimpiangiamo», mentre per la scrittrice Mariolina Venezia la fiction fa venire in mente «il senso della comunità che c’è nel film Le fate ignoranti».
Per Maurizio Costanzo il successo della serie - che ha vinto l’oscar tv per la fiction battendo "Don Matteo" - «è nella sceneggiatura e nel cast». «È la fiction che richiama maggiormente alla commedia italiana cinematografica. La forza è poi nei protagonisti, interpretati da Claudio Amendola, Elena Sofia Ricci, Antonello Fassari: sono persone normali, con le facilonerie o le esagerate analisi tipiche di famiglie con personaggi di quell’età e di quel ceto. I Cesaroni oggi - chiude il giornalista - hanno svegliato la fiction televisiva».