Osservazione del cielo: «battaglia» fra il Sole e la luna

La notte di Halloween si avvicina e anche il Civico Planetario «Ulrico Hoepli» si prepara a festeggiarla, con un’osservazione del cielo... da brivido, domani dalle 15 alle 16.30.
Ma cosa c’entra l’antica ricorrenza con la volta celeste? Moltissimo se pensiamo all’origine di questa festa, oltre 2.500 anni fa, prima che arrivassero zucche e travestimenti. La notte del 31 ottobre, infatti, i Celti festeggiavano Samhain, il Signore degli Inferi che d’inverno sfidava il suo rivale, il Dio sole. Per molti studiosi Samhain non è altro che la Luna, l’unica luce che rischiarava le notti dell’antico popolo.
Approfittando di questa ricorrenza, il Planetario propone un viaggio tra i fenomeni portentosi del cielo: comete che appaiono e scompaiono, luci nei cieli nordici come le Aurore Boreali, una «stella del diavolo»che cambia misteriosamente la sua luminosità, il Sole che si oscura nelle eclissi.
Mauro Arpino svelerà cosa si cela dietro questi eventi misteriosi tanto temuti dai nostri antenati che li interpretavano come segni delle divinità. L’incontro si rivolge ai ragazzi sopra gli 8 anni.
Appuntamento ai Giardini Pubblici Montanelli. Biglietto intero 3 euro, ridotto 1,50 (per spettatori sotto i 18 anni e oltre i 60 anni).