Ostia, giovane muore dopo un pestaggio

È giallo sulla morte di un giovane di 27 anni. A.I.M., nato a Roma da genitori maghrebini, è stato trovato venerdì sera disteso a terra nella pineta di Ostia con il corpo coperto di ferite ed ematomi. Trasportato all’ospedale Grassi in gravi condizioni è stato poi trasferito a Civita Castellana, dov’era disponibile un posto in rianimazione. Meno di 24 ore dopo il ricovero è morto. Stando al referto medico, il decesso sarebbe stato provocato da gravi lesioni interne. La procura di Viterbo ha subito aperto un’inchiesta. Nel pomeriggio il ragazzo si era presentato al pronto soccorso Grassi per farsi curare. Ma, una volta arrivato il suo turno, nella sala d’aspetto di lui non c’era più traccia. I pazienti in attesa hanno successivamente riferito di averlo visto allontanarsi in evidente stato di agitazione. Circa un’ora dopo alcuni passanti lo hanno trovato riverso a terra nella pineta, con il volto tumefatto e insanguinato. Il sospetto è che la morte sia la diretta conseguenza di un violento pestaggio. Oggi l’autopsia.