Ostia, da ieri notte ronde di quartiere contro il crimine

Ronde contro il crimine sul litorale. Furti, rapine, atti vandalici: i residenti del villaggio dei Pescatori, a Ostia, sono stanchi e dalla scorsa notte, «armati» di telefonino e razzi segnaletici, pattugliano le strade per fermare ladri e balordi. «Vogliamo tornare - dicono - a dormire sonni tranquilli. Le forze dell’ordine fanno quello che possono ma noi non ce la facciamo più». Una riunione straordinaria quella di ieri pomeriggio nel piccolo borgo marinaro bersagliato, nelle ultime settimane, da banditi. Tanto da convincere gli abitanti a organizzare un servizio di «pattugliamento» per le stradine tra il lungomare e via del Canale dei Pescatori. Giusto per «dare una mano», sul campo, a polizia e carabinieri segnalando ogni movimento sospetto e, magari, scoraggiando le bande di saccheggiatori. Una serie impressionante di raid. Primi di febbraio, vetrine sfondate al bar centrale: videogiochi scassinati e gettati a centinaia di metri di distanza. Danni ingenti per pochi spiccioli. Ancora, bar della stazione di Castelfusano: vetrata infranta per depredare le casse dei videopoker. Passano due giorni e i delinquenti colpiscono di nuovo il bar del borghetto. Altri giorni ancora ed è la volta di tre appartamenti «visitati» dai ladri nonostante i proprietari fossero in casa. Scompaiono telefonini, denaro, carte di credito, vestiti. Poi i malviventi entrano nel ristorante del Pescatore puntando la dispensa. Ne passano altri ancora e c’è chi fa man bassa di benzina, batterie, reti da pesca fra le barche ancorate in darsena. Piccoli ma fastidiosi episodi criminosi. Come i furti più volte messi a segno nella sede del XIII Municipio. Qui i balordi scassinano i distributori automatici di caffè. Stessa cosa alla biblioteca comunale e al presidio sanitario Sant’Agostino. Situazione insostenibile anche per le associazioni di categoria che suggeriscono un sistema di telecamere piazzato ovunque. Un «grande fratello» che vigila sulla città. Fra gli altri casi il furto al mercato coperto Spqr di via Orazio dello Sbirro, alla tabaccheria di via Capo Spartivento e in una profumeria di via delle Baleniere. Qui, alla seconda «visita» domenica notte, i ladri vengono bloccati e arrestati al termine di un inseguimento al cardiopalmo. «Era già accaduto nell’anno giubilare - ricordano i comitati di quartiere -. Per fermare le gang che davano l’assalto alle ville di Ostia Antica e Madonnetta organizzammo ronde antirapina. Ottenemmo due effetti: i ladri scomparvero mentre si materializzarono gazzelle dei carabinieri e volanti di polizia». Da stanotte, insomma, si replica.