A Ostia impazza il beach-tennis: il «racchettone» rivisitato e corretto

Diciamo subito che ieri il Lido di Ostia è stato letteralmente preso d’assalto dai romani e trovare lo spazio di uno spillo al «Corallo Beach», dove si è disputata la tappa del Master Tour 2007, 5° appuntamento della stagione prima dei Campionati italiani in programma dal 18 al 22 luglio ai Lidi di Comacchio e degli Europei che si disputeranno a Cannigione, in Sardegna, dal 24 al 26 agosto, è stato una vera e propria impresa.
E aggiungiamo anche, ai neofiti e ai più distratti, che il beach tennis altro non è che la rivisitazione dei racchettoni di qualche anno fa, quando imperversavano sulla battigia insieme al mitico tamburello. Adesso tutto è migliorato, compresa l’attenzione rivolta a «sport amatoriali» come questo, che trovano perfino il lustro - com’è giusto che sia - d’una affiliazione alla Federazione italiana tennis. Anche perché i virtuosi del beach tennis, introiti economici a parte, hanno poco da invidiare agli assi della racchetta, almeno per quanto concerne le prestazioni atletiche. Basti pensare che uno come Andrea Gaudenzi, «Davis-man» di qualche anno fa, veniva puntualmente sconfitto dai campioni italiani dei... «racchettoni».
Per la cronaca le coppie vincenti di ieri rispondono al nome di Briganti-Di Marco (che nel femminile hanno sconfitto con un doppio 6/4 La Malfa-Ceglie) e De Filippi-Ludovici (che a loro volta hanno avuto la meglio, 7/6, 4/6, 6/4, sui favoriti Maldini-Romani).
Ma il bello della tre giorni di sole, sport e mare ostiense è affidato alla vetrina in cui sono stati impegnati i bambini, nel segno del «Diritto al Gioco» (articolo 31 della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia) promosso dall’Unicef. Testimonial d’eccezione è stato il terzino del Valencia Emiliano Moretti, che ha disputato alcuni incontri di esibizione proprio con i baby-campioni presenti al «clinic» gratuito finalizzato all’insegnamento dei primi rudimenti di questo sport. Grande attrazione sono stati inevitabilmente i vip (chi più, chi meno bravo) che si sono divertiti e non poco con uno sport solo apparentemente poco impegnativo: da Cristina Quaranta a Beppe Convertini, da Federica Ridolfi a Felice Centofanti, da Max Giusti a Idris... sembrava quasi di stare sull’Isola dei Famosi.