Ostia Investì 11 persone: rito abbreviato per il rom

Sarà giudicato con rito abbreviato B.R. il rom ventiseienne torinese di origini croate che il 5 novembre scorso alla guida della sua auto travolse 11 persone (di cui due minorenni), che aspettavano l’autobus in via dei Romagnoli, a Dragona. La richiesta di rito alternativo, sollecitata dal difensore dell’imputato, è stata accolta dal gup Giovanni De Donato che ha rinviato l’udienza al 19 maggio. B.R. finì inizialmente in carcere con l’accusa di lesioni personali volontarie. Dopo 19 giorni gli furono concessi i domiciliari presso il campo nomadi di via Ortolani. Secondo la ricostruzione dell’accusa, rappresentata dal pm Delia Cardia, l’imputato nel percorrere via dei Romagnoli in direzione di Ostia a forte velocità, perse il controllo del veicolo e invase la corsia opposta investendo 11 persone e finendo la sua corsa contro un palo. Il croato, sempre secondo il pm, si era messo alla guida dopo aver assunto sostanze alcoliche e stupefacenti.