Ottanta dipinti di Aligi Sassu

Dagli «Argonauti» ai «Cavalieri», dai «Giocatori di dadi» ai «Suonatoti», arriva il mito e la realtà di Aligi Sassu. E’ stata inaugurata a Palazzo Reale la mostra del pittore milanese che raccoglie circa ottanta dipinti. Sono opere che vengono da collezioni pubbliche e private, italiane e straniere, che raccontano il linguaggio e lo stile di uno dei protagonisti e ispiratori del movimento di Corrente. Gli Uomini rossi sono esposti fra le opere degli anni ’30, la stagione più ricca per l’artista, quella in cui sperimenta e crea i soggetti che lo accompagneranno per tutta la vita.
«Aligi Sassu: dal mito alla realtà. Dipinti degli anni ’30», Palazzo Reale, fino al 7 Settembre.