Otto ristampe con inediti di Van Morrison

Una voce che fulmina per potenza ed espressività. Van Morrison, il re del blues bianco nelle sue mille sfumature, ristampa la seconda serie dei suoi classici album con brani aggiunti e a volte inediti. Si parte con Veedon Fleece del 1974, piccolo capolavoro intimista che segna il suo ritorno in Irlanda dopo l’esperienza a Los Angeles. Common One è cd splendido e tormentato (impreziosito da jazzisti come Mark Isham e Pee Wee Ellis) con brani di 15 minuti come Summertime In England e When the Heart Is Open (di cui c’è anche una versione inedita). Disco mistico e con molti brani strumentali è Inarticualte Speech of the Heart del 1983. Pezzo forte No Guru No Method No Teacher, uno dei suoi album migliori con Astral Weeks e Moondance. Ci sono poi Enlightment e Healing Game e due superclassici dal vivo come Live at Grand Opera House a Belfast e A Night In San Francisco con grandi bluesmen come John Lee Hooker e Junior Wells.