Otto su 100 danno lo scudetto al Genoa

Che i tifosi genoani fossero unici al mondo lo si sapeva. Che passassero dall'esaltazione alla depressione da una partita all'altra anche. Ma che moltissimi credessero alla vittoria dello scudetto era davvero impensabile. Forse la notizia che la maledizione della contadina di Villa Piantelli è terminata proprio ieri, dopo cent'anni dalla costruzione delle nuove gradinate che tolsero luce e sole agli orti della sua villa, ha inciso in maniera determinante. Scherzi o profezie a parte, la vera causa di questo grandissimo entusiasmo che si respira sono gli acquisti del patron Enrico Preziosi. Da Toni ad Eduardo passando per Miguel Veloso, terminando con Rafihna hanno infiammato gli animi dei supporter. E così i dati delle scommesse hanno fornito un dato davvero sorprendente. Alla Matchpoint infatti l'8% degli scommettitori ha scommesso sui ragazzi di Gasperini come i prossimi campioni d'Italia. Certo che la quota stellare data al Grifone scudettato, e cioè 166, avrà contribuito. Il dato però è ancora più significante ed estroverso se si analizzano le percentuali delle altre squadre. Sulla Roma hanno creduto solo il 10% dei giocatori, mentre Milan e Juventus sono addirittura sotto il Genoa con il 4 ed il 5%. Cose da non credere. Intanto si avvicina la trasferta di Udine e l'Associazione Club Genoani afferma in un comunicato che per «protestare contro assurde leggi, decreti e normative del ministero che penalizzano nella maniera più totale le tifoserie organizzate» non allestirà alcun pullman. Ciò non vuol dire che non ci saranno genoani, anzi «un gran numero di tifosi muoveranno alla volta di Udine autonomamente e con ogni mezzo per incitare la squadra, con modalità non pubblicizzate, ovvero di complicata tracciabilità». Il Genoa ha sostenuto a Mondovì l'amichevole contro la Primavera terminata 7 a 1. Nel primo tempo doppietta di Beppe Sculli, imitato nella ripresa dal baby attaccante Destro in centoventi secondi. Polenta su rigore per i giovani, ma poi gol di Toni, Milanetto e Bocchetti.