Per gli «over 80» l’Inps bussa a casa

Niente code e nemmeno la necessità di muoversi. Gli over 80 (sono più di ottantamila in città) potranno sbrigare le pratiche dell’Inps stando comodamente a casa. Grazie ad un protocollo d’intesa stretto tra Comune e l’istituto di previdenza sociale, è partito ieri un progetto sperimentale di un anno per andare incontro alle esigenze degli ultraottantenni. I custodi sociali seguiranno un corso di formazione e avranno una corsia preferenziale, grazie al numero «Inps ascolta» (lo 02.8893275) finora dedicato solo a persone disabili o prive della vista. «Grazie alla collaborazione dei nostri custodi sociali e alla rete dei servizi sociali del territorio - spiega l’assessore alle Politiche sociali, Mariolina Moioli - offriremo assistenza burocratica agli anziani evitando loro spostamenti presso le sedi Inps». Saranno i custodi a effettuare le pratiche al posto loro.