Ovulo di coca in vagina: ricoverata e arrestata

È finita in ospedale, dopo aver inserito in vagina un ovulo di cocaina di quattro grammi: protagonista della vicenda è una giovane romana, Francesca G., trentenne incensurata, che venerdì sera è stata portata dal compagno all’ospedale Vannini, in preda a forti dolori. La donna, che quando è stata accertata la causa del malore è finita in manette, è stata poi trasferita al policlinico di Tor Vergata. Nel corso della perquisizione della sua abitazione, gli agenti del commissariato di Tor Pignattara hanno poi trovato altri dieci grammi di cocaina.