Ozzy Osbourne e il «metal» di classe

C'era molta attesa per Black Rain, il ritorno discografico da solista di Ozzy Osbourne dopo sei anni di silenzio, nonché il primo album scritto e composto - per sua stessa ammissione - «senza mai prendere "roba"».
Le 10 tracce, confezionate con il valido supporto del chitarrista Zakk Wylde, ci dicono che il controverso e imprevedibile «Madman» (nomignolo frutto di una vita di eccessi, atteggiamenti trasgressivi e accuse di satanismo), oltre 75 milioni di dischi venduti, è ancora «vivo e vegeto», per quanto inevitabilmente meno torbido ed estremo rispetto ai tempi in cui furoreggiava alla testa dei Black Sabbath, la band con cui all'inizio degli anni Settanta ha segnato la storia dell'heavy metal e, più in generale, del rock duro grazie a un sound oscuro e pesante e a canzoni simbolo come Paranoid e War Pigs. Il suo resta comunque metal di classe che, talvolta (è il caso di Black Rain, il brano che dà il titolo all'album, amara riflessione sulla guerra in Irak), riesce ancora ad essere tagliente.
Domani, l'imprevedibile 58enne rockstar britannica - ma da decenni risiede negli Stati Uniti con la famiglia (qualche anno fa al centro di un popolarissimo reality show ripreso dalle telecamere di Mtv) -, sarà il nome di punta della terza e ultima serata all'Idroscalo targata Gods of Metal (le prime due si sono tenute all'inizio del mese), uno dei festival di genere più quotati a livello europeo.
La maratona finale ha in programma, Ozzy a parte, altri otto concerti. Sugli scudi due formazioni californiane: da una parte i Korn, dall'altra i Megadeth. I primi, nonostante la dipartita del chitarrista della formazione originale, continuano imperterriti a macinare quel rumorosissimo sound ad alto tasso di testosterone, arrabbiato e muscolare, che dalla metà degli anni Novanta li ha resi campioni della prima ora del nu-metal, ideale punto di incontro fra heavy-metal, industrial, elettronica e hip-hop. I secondi, fondati nel lontano 1983 dal cantante-chitarrista Dave Mustaine dopo la sua cacciata dai Metallica, sono i fondatori dello speed metal. \
Gods of Metal
domani, dalle 11.30
Idroscalo
Ingresso 55 euro (info: www.godsofmetal.it)