Pacchi bomba ad Atene: "Uno diretto a Sarkozy"

Secondo la poliza greca uno dei pacchi esplosivi intercettati, e non esplosi oggi ad Atene, era indirizzato al presidente francese Nicolas Sarkozy. Dietro gli attentati ci sarebbe il gruppo<em> Lotta Rivoluzionaria</em><br />

Atene - Uno dei pacchi esplosivi intercettati e non detonati oggi ad Atene era indirizzato al presidente francese Nicolas Sarkozy. Lo ha detto la polizia greca. Fonti della polizia hanno detto che il pacchetto per il presidente francese era in possesso di una delle persone arrestate in relazione ai plichi esplosivi uno solo dei quali, indirizzato all’ambasciata del Messico e di bassa potenza, è detonato ferendo leggermente l’impiegata di un’agenzia di corriere espresso. Secondo la polizia gli autori degli attentati apparterrebbero all’organizzazione armata Lotta Rivoluzionaria.

Ferita una donna Una dipendente di una società privata di recapiti di Atene è stata ferita in modo lieve alle mani nell’esplosione di un pacco bomba destinato all’ambasciata messicana. La polizia ha immediatamente chiuso la zona intorno all’ufficio della società di recapiti, che si trova nel quartiere ateniese di Pangrati, per controllare un secondo pacco sospetto, destinato all’ambasciata olandese. Sono stati anche fermate due persone. In passato, gruppi militanti di estrema sinistra hanno inviato pacchi bomba alle sedi di ministeri e di compagnie private greche. Nei mesi scorsi un funzionario del ministero dell’Interno è stato ucciso dall’esplosione di un pacco bomba inviato alla sede del dicastero.