Pacchia finita: i tedeschi pagheranno le multe prese in Italia

Il governo tedesco approva l'obbligatorietà del pagamento delle contravvenzioni prese in altri Paesi dell'Ue

Sta per finire la pacchia dei turisti tedeschi che in Italia viaggiano a tutta velocità o parcheggiano in divieto di sosta, infischiandosene di multe che non gli possono essere contestate in patria. In Germania il governo ha infatti approvato una norma che renderà obbligatorio il pagamento di multe comminate in un altro Stato dell'Ue.
Una volta ottenuto il via libera delle due Camere del parlamento, che appare scontato, la norma entrerà in vigore il prossimo primo ottobre. Le multe esigibili saranno quelle superiori ai 70 euro, mentre per importi inferiori gli automobilisti teutonici continueranno a cavarsela.
La stampa tedesca ha sottolineato che sono Italia e Olanda i Paesi che avevano chiesto con più determinazione un intervento legislativo per poter «inseguire» in patria gli automobilisti indisciplinati. Questi ultimi, in base alla nuova legge, avranno diritto a ricevere il verbale della multa tradotto nella lingua di Goethe, in modo da potersi rendere conto dell'infrazione commessa. L'Automobile Club tedesco (Adac) ha spiegato che attualmente solo le autorità italiane e olandesi spediscono le multe con la traduzione in tedesco, mentre da Francia e Spagna arrivano nella lingua originale.