Pacco-bomba al gioielliere Il figlio muore dilaniato

da Sannicandro Garganico (Foggia)

Un pacco-bomba, recapitato a Sannicandro Garganico, nell'abitazione di un gioielliere, Onofrio Palazzo, uno dei più conosciuti del paese del Foggiano, è stato aperto dal figlio Giorgio, diciassette anni appena compiti, ed è esploso. Il ragazzo è stato dilaniato e ucciso sul colpo. Gravemente ferita la madre, ora ricoverata in ospedale a San Severo. La donna non sarebbe in pericolo di vita. Il pacco è stato consegnato al ragazzo e alla madre verso le 13 mentre rientravano a casa, nel primo pomeriggio. Il padre era andato a prendere l'altro figlio all'uscita dalla scuola. Giorgio ha aperto subito l’involucro che è esploso uccidendolo sul colpo. Con il suo corpo il giovane ha fatto da scudo alla madre, che è rimasta soltanto ferita. Sempre a Sannicandro un altro pacco bomba è stato recapitato a casa di un carrozziere, Vittorio Galasso, ma non è esploso. Ora potrà servire per risalire agli attentatori.