PACIFICO, CAPOLAVORO NATO SUL MAR LIGURE

C’è anche un altro Sanremo. Un Festival che non è quello che va in scena sul palco del teatro Ariston - che ovviamente seguiremo con attenzione per tutta la settimana - ma che è altrettanto ligure. Se non di più. È il Sanremo della musica di qualità. Di qualche piccolo capolavoro nato e cresciuto in Liguria, che sa di mare e di vento, che profuma di salsedine e di basilico. Un Sanremo che vi racconteremo parallelamente all’altro. Come se fosse un altro palco, non necessariamente quello dell’Ariston, nemmeno fosse per il club Tenco. E, ad aiutarci ulteriormente in questo gioco di specchi fra il Sanremo vero e il Sanremo del Giornale di Genova e della Liguria, c’è anche il fatto che gli artisti che abbiamo selezionato sono stati tutti all’Ariston. Sia per il Festival, sia per il Tenco. Il primo degli ospiti dell’altro Sanremo, ad esempio, è Gino De Crescenzo, in arte Pacifico. Lui ha stupito il Tenco, con Le mie parole, ed ha deluso il Festivalone con Solo un sogno. (...)