Pacifisti in coro per la ritirata

Il nodo del rifinanziamento della missione (che il governo aveva tentato di rendere automatica in Finanziaria, senza riuscirci) tornerà al pettine. Ma ancora non si sa quando: la maggioranza tenta di rinviare la scelta, che si prevede di nuovo lacerante, alla prossima primavera. Il dissenso pacifista è in aumento nelle file dei senatori di sinistra. «È un impegno preso dal nostro Paese con grande ampiezza», ricorda Prodi. Consapevole che molto probabilmente dovrà contare sul contributo dell’opposizione per farlo approvare.