AL PACINO, l’ultima star e i segreti del grande attore

Il divo americano riceverà il «Marc’Aurelio» al prossimo Festival internazionale del film

Al Pacino sarà ospite della prossima edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. L’attore americano verrà nelal capitale per ritirare il Marc’Aurelio alla carriera, Acting Award, conferito all’Actors Studio. «Sono emozionato - ha dichiarato Al Pacino, presidente della celebre scuola americana - all’idea di rappresentare l’Actors Studio nel vostro meraviglioso Festival di Roma. Vi siamo profondamente grati per aver tributato un ulteriore omaggio alla nostra istituzione cui avete meritoriamente dedicato tre anni di proiezioni e di approfondimenti condividendo con noi una parte di quei 60 anni di grandi film cui ci siamo dedicati attivamente con il nostro lavoro». Dal canto suo Mario Sesti, direttore della sezione «L’altro Cinema», ha dichiarato che «non poteva esserci un’occasione migliore per completare quella straordinaria collaborazione fra il Festival di Roma e l’Actors Studio che è consistita in una retrospettiva di quasi 30 film, in due seguitissimi laboratori e in numerosi incontri con interpreti quali Jane Fonda, Martin Landau, Ellen Burstyn e altri, salutati tutti con ampio successo non solo fra gli addetti ai lavori». Anche Al Pacino, come gli altri premiati, da Sophia Loren a Sean Connery, che nell’ambito de «L’altro cinema» lo hanno preceduto, parteciperà a un incontro con il pubblico del Festival e i giornalisti accreditati commentando dal vivo alcune scene di film che verranno proiettate a dimostrazione del metodo inconfondibile di immedesimazione e ricerca soggettiva che caratterizza da sempre lo stile dell’Actors Studio. Per celebrare l’arte della sua recitazione, saranno inoltre proiettati, nel corso del festival Riccardo III, Chinese Coffee e Babilonia, che documenteranno anche il suo lavoro sulle scene teatrali di New York.