La padella di Camogli va in tournée

L’appuntamento per i golosi è già fissato: domenica a Camogli torna la Sagra del pesce. Giunta alla sua 56ª edizione, la manifestazione è organizzata anche quest'anno dalla Pro Loco di Camogli con il contributo di Friol. E come tradizione la protagonista assoluta è la maxipadella del diametro di 3 metri e 80 centimetri, che quest’anno, come una star, farà anche un tour toccando alcune città dopo la festa camoglina. Domenica, comunque in piazza Colombo, nel borgo di pescatori del levante genovese verranno fritti 30 quintali di pesce azzurro per essere offerti a tutti i 100mila partecipanti previsti.
Il grande successo della sagra che conquista anno dopo anno un numero sempre maggiore di visitatori, è dovuto proprio alla qualità del fritto offerto: l'olio utilizzato nell'ampissimo spazio di cottura della padella, riesce a esaltare nel migliore dei modi il prezioso pesce azzurro del mare ligure. Lo sponsor Friol offrirà l’olio necessario per la frittura, croccante ed al contempo asciutta. La Sagra del Pesce vide la sua prima edizione nel 1952 in occasione della festa di San Fortunato, il patrono dei pescatori: per attrarre i turisti nel loro piccolo paese, i camoglini iniziarono a cucinare e regalare il pesce ai passanti. Di anno in anno, di padella in padella, la tradizione si consolidò e dalle sei piccole padelle della prima edizione, si passò nel 1954 a un'unica grande padella.
Il primato della «più grande del mondo» arriva nel 2001, quando viene fatta costruire la maxi padella in acciaio Inox, realizzata grazie alla prima sponsorizzazione di Friol alla manifestazione.
Ad aprire la festa sarà la suggestiva celebrazione religiosa di domani sera, nota per i tradizionali falò. I camoglini dei due quartieri di Porto e Pinetto realizzano con materiali riciclati delle vere e proprie strutture architettoniche. La sfida ha inizio quando queste costruzioni vengono accese: possono bruciare anche fino al mattino seguente e la vittoria va al falò che dura di più.
Come una vera star, l'ormai nota padella della sagra del pesce, deve rispettare un'agenda fitta di impegni. Dopo il classico appuntamento nella seconda domenica di maggio a Camogli, inizia, come ogni anno, il «Tour della Padella» organizzato dalla Pro Loco di Camogli, nell'ambito del progetto «Friol per le sagre». Nato per valorizzare e tutelare eventi legati alla tradizione gastronomica italiana, il progetto ha finanziato nel 2001 la costruzione della padella in acciaio inox, oggi la più grande del mondo.
La padella è spesso accompagnata, nei suoi viaggi in giro per il mondo, da uno stand gastronomico dove si possono assaggiare tipiche ricette liguri.
Il «padellone» diviene così un ambasciatore di eccezione, non solo di Camogli e della Liguria, ma anche dello spirito di festa e naturale aggregazione che è parte integrante del progetto: la padella sarà a Montoggio il 16 e 17 giugno e il 30 giugno a Cassano Spinola in provincia di Alessandra.
Ma gli appuntamenti di questo fine settimana a Camogli cominciano già oggi, alle 19.30, con «La sagra in Tavola», Stand gastronomico con specialità liguri alla Terrazza Lido. Alle 21 si terrà uno spettacolo con Luca Palmas. Domani gli stand gastronomici apriranno alle 12 per chiudersi alle 19.30. Alle 20 via alla tradizionale processione con l’arca di San Fortunato. Alle 23 spettacolo pirotecnico e a seguire l’accensione dei caratteristici falò dei quartieri Porto e Pinetto. Domenica alle 10 benedizione della padella e del pesce.Dalle ore 10.30 alle 13 distribuzione gratuita della frittura mattutina a cura dei pescatori e dei volontari della Pro Loco.