Una padella record per friggere il pesce

Una padella spropositata per friggere oltre 15 quintali di pesce di paranza: una montagna di calamari e gamberi cucinati in più di mille litri d’olio che fino a domani saranno distribuiti gratuitamente durante l’ottava edizione della Sagra del pesce, a Fiumicino. La padella ha misure da Guinness dei primati: il manico misura circa 8 metri, il diametro del fondo 4, mentre l’orlo ne misura 6. Per portare la temperatura a 180° si adopereranno 32 becchi di cento fuochi ognuno capaci di sviluppare 360mila Kcal/h. Al lavoro per la friggitura, infine, ci saranno tra le 15 e le 20 persone. Un kolossal del fritto di mare, dunque. Varato circa 25 anni fa dai pescatori del posto, solo negli ultimi anni la sagra è diventata un appuntamento fisso. Arricchito dall’arrivo del «padellone» importato da quel di Ascoli Piceno. Quest’anno sono previsti anche imperdibili tour enogastronomici (le «tavole del mare») accessibili a tutti con menù fisso e prezzi popolari (a partire da 19 euro a persona). Ai visitatori il fritto, innaffiato con vino, sarà servito in un caratteristico piatto-ricordo di porcellana. Novità per i cinefili: a chi cenerà nei ristoranti a menù promozionale verrà consegnato un vaucher per un biglietto d’ingresso scontato per il Cine Citè Parco Leonardo di via Portuense.