Padoa-Schioppa cede Sul caso Petroni deciderà il Cda Rai

da Roma

Un’ultima giornata di attesa. Poi dal ministero dell’Economia è arrivato l’atteso via libera. Ultimo atto, dovuto, per formalizzare il ritorno di Angelo Maria Petroni nel consiglio di amministrazione della Rai, dopo quattro mesi di assenza.
Il presidente della Rai Claudio Petruccioli ha convocato il consiglio di amministrazione per il 12 dicembre per decidere come dare attuazione alla sentenza del Tar che ha reintegrato il consigliere della tv di Stato, escluso dal ministro Tommaso Padoa-Schioppa.
La Rai ha infatti reso noto che il ministero dell’Economia e delle Finanze, suo azionista di maggioranza, in risposta a una lettera del presidente Petruccioli del 19 novembre, ha ricordato «la pronuncia del Tar dell’8 novembre che comporta il reintegro» di Petroni. Laconica la risposta di Via XX settembre: «Non ritenendo allo stato di dover assumere alcuna iniziativa, il ministero osserva che resta di competenza esclusiva dell’organo amministrativo della Società ogni comportamento conseguente alla predetta pronuncia, nell’interesse dell’azienda». In sostanza Padoa-Schioppa non ha preso nessuna decisione e ha lasciato al Cda l’attuazione della sentenza.