Padoa-Schioppa: "Si dimetta". E il generale risponde: "Signornò"

Roma - Il comandante generale della Guardia di Finanza Roberto Speciale, ha rigettato una richiesta di dimissioni da parte del ministro dell’Economia Tommaso Padoa-Schioppa. Lo ha riferito una fonte vicina alla vicenda, poco dopo la notizia che Speciale era stato convocato in via XX Settembre. Imbarazzo al ministero quando è trapelata la notizia: non smentisce e non conferma. Il comandante generale, secondo quanto riportato nei giorni scorsi da Il Giornale, ha dichiarato di aver ricevuto dal viceministro dell’Economia Vincenzo Visco - che ha le deleghe sulla Gdf - pressioni affinché trasferisse quattro ufficiali delle Fiamme gialle che stavano indagando sulla vicenda Unipol-Bnl. L'epilogo è quello noto: Speciale è stato rimosso e va alla Corte dei Conti, il viceministro Visco resta al suo anche se non si occuperà più direttamente della Gdf.