Padoa-Schioppa: «Tagli per decreto? È una corbelleria»

Roma. Che il ministro dell’Economia Tommaso Padoa-Schioppa sia contrario a ridurre la pressione fiscale sui redditi da lavoro dipendente è cosa nota. Quando nel pomeriggio si è sparsa la voce che il governo puntava a presentarsi davanti ai sindacati con una proposta di alleggerimento fiscale per placare l’ira di Cgil, Cils e Uil e scongiurare una raffica di scioperi generali, già attraverso il prossimo decreto milleproroghe che martedì approderà alla Camera, Tps non ha perso tempo: «È una corbelleria», hanno riferito in serata alle agenzie di stampa fonti vicine ai vertici di via XX Settembre. Qualche ora prima era stato lo stesso portavoce del governo, Silvio Sircana, a bollare le ipotesi circolare ieri come «premature».