«Padoa-Schioppa è troppo debole»

È uno dei 4 ministri che ha firmato la lettera contro il collega Padoa-Schioppa. E al Giornale Paolo Ferrero conferma tutto, anzi rilancia: il collega ministro dell’Economia è «troppo cedevole alle pressioni thatcheriane della Banca Europea». Sulla riforma delle pensioni Ferrero è chiaro: «L’abolizione dello scalone era scritto nel programma dell’Ulivo» e dunque su questo non si tratta. E anche sul Dpef la pressione dei ministri della sinistra radicale porterà a una «cabina di regia» per commissariare Padoa-Schioppa.