Via Padova, apre l’asilo riservato ai figli dei clandestini

Si chiama «Hogar del Nino», due stanze, una fucsia l’altra gialla. È un asilo nido gestito da donne peruviane e riservato solo ai bambini sudamericani, meglio ancora se clandestini. A quelli che sono appena arrivati in Italia, a quelli che sono nati a Milano ma non possono accedere agli asili comunali perché i genitori sono privi del permesso di soggiorno, a quelli che non si possono permettere le rette degli asili privati. Hogar del Nino è in via Fonseca Pimentel 5, in una palazzina con vista sul ponte della ferrovia che taglia in due il quartiere di via Padova. La quota mensile all’Hogar del nino è di soli 200 euro al mese, un terzo rispetto ad una struttura privata, la metà rispetto a un asilo comunale.
La Fondazione Cariplo un mese fa ha stanziato una donazione di 8mila euro all’anno fino al 2013. Le donne che gestiscono il nido hanno chiesto un aiuto anche al Comune. «La risposta è stata di un contributo pari a 90 euro all’anno - spiegano -, ma va bene lo stesso».