Padova «capitale» per un giorno

da Milano

I vertici di Abn Amro sono
sbarcati a Padova dove oggi hanno in programma una riunione del consiglio di sorveglianza e di quello di gestione del colosso olandese, eccezionalmente al di fuori della sede di Amsterdam. Una riunione che testimonia l'attenzione che il presidente di Abn, Rijkman Groenink e gli altri consiglieri rivolgono a Banca Antonveneta e che tra l'altro si svolge in coincidenza con la ripresa delle trattative con il sindacato per la riorganizzazione dell'Istituto padovano. Al quartier generale di Piazzetta Turati, oltre al presidente di Abn sono attesi tra gli altri Huibert Boumeester,
rappresentante del colosso olandese in Italia e Paolo Scaroni, ad dell'Eni, e membro del supervisory board dal 2003. Una tappa padovana, quella dei vertici olandesi, che vuol sottolineare appunto l'importanza di Antonveneta nella galassia Abn insieme con Capitalia, come ha ricordato lo stesso Groenink in una intervista al Corriere della Sera, nella quale il presidente ha confermato l'intenzione di crescere ancora in Italia sia con lo sviluppo di Antonveneta sia con l'acquisizione di banche piccole e medie «ma non in modo ostile» come ha precisato.
Nella riunione non dovrebbero essere esaminati i dati di bilancio 2006, che saranno invece al centro della riunione dell'8 febbraio.