Via Padova, una casbah lunga tre chilometri

Tre chilometri e 480 metri, 403 numeri civici e quattordici fermate della «56». Ecco via Padova che collega piazzale Loreto al naviglio Martesana, la strada degli immigrati. In questa zona, la «due», c’è infatti la più alta concentrazione di extracomunitari. In questa via sette macellerie su undici hanno cambiato l’insegna e vendono carne che viene macellata secondo il rituale islamico. È una zona dove convivono spaccio e degrado. È la zona della Stazione Centrale dove di sera regna ancora troppa delinquenza e alle 20 continua a scattare il coprifuoco perché nelle strade domina ancora la paura.