Padova, il Comune: "Niente alloggi a coppie gay"

Dal 2011 nuovo regolamento dell'amministrazione: gli appartamenti per le giovani coppie non potranno andare a coppie gay. L'assessore spiega: "Privilegiamo chi a un progetto di vita. Altrimenti estranei potrebbero truffare"

Padova - Un divieto che fa rumore. Nei primi mesi del 2011 il Comune di Padova varerà il nuovo piano per gli alloggi destinati alle giovani coppie che non potranno però essere composte da persone dello stesso sesso. Il progetto dell’amministrazione patavina, che pure accetta i matrimoni omosessuali all’interno del palazzo comunale, prevede che nella nuova graduatoria per la decina di appartamenti individuati possano entrare, coppie sposate o conviventi,ma di sesso diverso. Nelle intenzioni dei promotori l’iniziativa, come indica il Gazzettino, dovrebbe frenare la fuga delle nuove famiglie spaventate dal caro affitti di Padova.

L'assessore "Abbiamo voluto privilegiare chi ha progetti di vita - ha spiegato l’assessore Giovanni Battista Di Masi - sarebbe giusto allargare il piano a ogni genere di coppia, ma abbiamo voluto evitare che si creino situazioni di comodo. Due estranei o quasi potrebbero dividersi un alloggio a prezzo politico".