Via Padova in trincea: no alla Moschea

Gli abitanti di via Padova gridano a gran voce il loro no. Non vogliono nella maniera più assoluta che in una zona a già a rischio venga costruita una moschea da 3mila metri quadrati, la più grande della Lombardia. Gente che si batte da anni presso le autorità per l’affermazione della sicurezza e della vivibilità del quartiere, ha già dichiarato battaglia: «Siamo disposti a scendere in strada tutte le sere per protestare contro una decisione del tutto inopportuna. Un luogo che diventerà un centro dei arruolamento per terroristi a due passi dalle nostre case e dai nostri negozi. L’amministrazione questa volta non potrà ignorarci».
Non sono solo i residenti a opporsi alla moschea prevista al 366 di via Padova: un errore burocratico si frappone alla sua costruzione. La presidenza di zona 2, infatti, ha scoperto che il civico 366 cade sotto la giurisdizione della zona 3, che ha già annunciato che «respingerà ogni richiesta».