Padre Filippo, esorcista della Sacher

Falso prete esorcista truffa un’anziana, sottraendole in tutto 40mila euro ma viene scoperto denunciato dalla polizia postale di Genova. I due si erano conosciuti in una chiesa del centro storico genovese. Lei è anziana, sola, lontana dalla famiglia, aveva sofferto in passato di disturbi psichici. Lui, un uomo di mezza età, truffatore pluripregiudicato, le racconta di essere un sacerdote, padre Filippo, in contatto con altri prelati presso la Santa Sede, in lotta contro un complotto di presenze oscure. Un intrigo nel quale lui è la vittima. Convince la donna di essere dotata di poteri sovrannaturali e le chiede di aiutarlo. Per poterlo fare, lei deve però essere «pura» e per questo deve praticare un lungo esorcismo a distanza, che richiede sempre più denaro. Persino una fetta di torta Sacher, grave peccato di gola, costa alla donna 100 euro di «penitenza». Sono state proprio l’insolita e costante emorragia di denaro e le continue ricariche di numerose carte di credito prepagate a insospettire gli investigatori della polizia postale della Liguria, che hanno scoperto la truffa e denunciato l’autore per circonvenzione di incapace.