Il padre di Tommy colto da un infarto Ricoverato: è grave

Paolo Onofri, il padre del bimbo di diciassette mesi rapito e ucciso il 2 marzo di due anni fa a
Casalbaroncolo, nei pressi di Parma, è stato colpito da infarto mentre si trovava in vacanza con la famiglia a Folgaria

Trento - È stato colto da infarto ed è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Santa Chiara di Trento, Paolo Onofri, il padre di Tommy, il bimbo di diciassette mesi rapito e ucciso il 2 marzo di due anni fa a Casalbaroncolo, nei pressi di Parma. Il signor Onofri era in vacanza con la moglie e il figlio maggiore a Folgaria, in Trentino, quando rientrando da una passeggiata si è sentito male. Onofri è stato rianimato e trasportato d’urgenza all’ospedale: la prognosi è riservata. Il papà di Tommy seguì tutte le udienze del processo conclusosi con la condanna dei rapitori di suo figlio: ergastolo per Mario Alessi, ritenuto il carnefice; trent’anni alla sua compagna e complice Antonella Conserva.