Il «padrino» esperto re del narcotraffico

Arrestato ieri a Milano, Gaetano Fidanzati, 74 anni, è uno dei capimafia storici palermitani. Basti ricordare quando, nel 1970, un’auto venne fermata casualmente ad un posto di blocco. Dentro, con documenti falsi, c’erano, oltre a lui, Tommaso Buscetta, Salvatore Greco, Giuseppe Calderone, Gaetano Badalamenti e Gerlando Alberti, padrini che avevano e avrebbero fatto parlare a lungo di loro. Fidanzati è entrato a pieno titolo nel gotha dei narcotrafficanti internazionali. Il suo nome è contenuto in inchieste su traffici mondiali di eroina e cocaina di diverse procure italiane e nei dossier di investigatori Usa.